page contents
Image Alt

Alimentazione

La crema è una delle basi per farcire i dolci in pasticceria e questa versione senza lattosio sono sicura farà felice tutti gli amici intolleranti e chi volesse provare una alternativa più “light”. Spesso sostituisco il latte con le bevande ai cereali ottenendo delle torte ugualmente gustose e la ricetta di questa crema pasticcerà ne è stata la riprova. Ho scelto il latte di farro bio, che non ha zuccheri aggiunti ed  essendo leggermente più grasso rispetto a quello d'avena e di kamut si comporta in modo più simile al latte

A cura della dott.ssa Francesca SICILIA Per combattere la stipsi non è sempre necessario un approccio medico-farmacologico: alimentazione e sport possono risolvere il problema. L’attività fisica ed una dieta in grado di migliorare la peristalsi intestinale sono un utile rimedio.   Che cosa è la stipsi? Secondo le Linee Guida di Roma III e IV, si parla di stipsi o di stitichezza quando il numero di evacuazioni settimanali è inferiore a due. Lo stile di vita moderno, lo stile alimentare e la scarsa tendenza a pratiche sportive ha portato ad un maggiore sviluppo dell’alterata motilità intestinale. Problema che colpisce

Che fare quando abbiamo voglia di un dolce leggero e privo di grassi “cattivi?”. La risposta è nella ricetta di questa torta con soli albumi e olio di semi. Preferite sempre un olio biologico con spremitura meccanica a freddo, perché mantiene inalterate le sue caratteristiche nutritive. Quantità  8 porzioni - Tempo 10 minuti + 35 di cottura   Ingredienti Albumi 200 gr (circa 5-6 uova) Farina 200 gr Zucchero 180 gr Olio di semi di girasole 120 gr Lievito per dolci 1 bustina Cacao amaro 2 cucchiai (facoltativo) Codette di cioccolato (facoltative) Zucchero a

Provare ricette con ingredienti sani, non è solo un modo per prendersi cura del nostro corpo, ma anche per conoscere la tradizione e la storia dei paesi dal quale derivano. Dietro ogni ricetta, infatti si nasconde un aneddoto divertente. Lo strudel si sa che è originario dell’Alto Adige, ma in quanti sanno che la giusta consistenza della pasta, secondo i detti popolari, sarebbe quella che permetterebbe di leggere in trasparenza una lettera d’amore? Le tipologie di sfoglia che contengono il ripieno possono essere tre diverse: la pasta matta, la pasta frolla e la

        Finite le feste è tempo di “remise en forme” e quale miglior modo per iniziare l’anno di una ricetta con ingredienti detox?   Il topinambur è un tubero con una consistenza simile alla patata ed il sapore che ricorda il carciofo; ha un basso contenuto calorico ma è ricco di vitamine e svolge un’ azione probiotica.   Il cavolo nero, meno conosciuto rispetto alle altre varietà è ugualmente ricco di vitamine, contiene pochissime calorie ed ha proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie (previene l’influenza di stagione) Il porro, è il più disintossicante di questi alimenti, diuretico ed

  Natale è il trionfo dei dolci ma non tutti amano panettone o pandoro, e vorrebbero mangiare un dolce gustoso ma che non appesantisca con burro e derivati del latte. La soluzione è questa torta leggerissima all’acqua, senza lattosio e con cioccolato fondente che ha meno calorie di quello al latte ed ha proprietà cardioprotettive e antidepressive.   Quantità  8 porzioni - Tempo 1 ora - Stampo 20-22cm     Ingredienti Acqua 333 gr Cioccolato fondente (almeno 75%) 80gr Zucchero di canna 200gr Farina 00 225gr Lievito 16gr Olio di semi 90gr Cannella 2 cucchiaini Zenzero in

Ingredienti 300 grammi filetto di tonno fresco 1 avocado 1 cucchiaio olio di sesamo 1 cucchiaiosalsa di soia Scorza di 1 arancia granella di pistacchi qb sale rosa dell'himalaya Scottate  sulla piastra per 5 minuti per lato una spessa fetta di tonno fresco e conditela con un’emulsione a base di olio di sesamo, salsa di soia, scorza d’arancia e granella di pistacchi. Accompagnate il tonno con un'insalata fresca di rucola e avocado condita con olio d'oliva, il succo di mezzo limone, pepe macinato e un pizzico di sale. Buon Appetito!!

Quante volte vi sarà  capitato di sentire che è meglio non mangiare i carboidrati a cena, che i carboidrati a cena fanno ingrassare, oppure niente carboidrati dopo le 18:00 !!. Sfatiamo questo mito, o meglio cerchiamo di capire perché non può essere considerata una regola assoluta valida sempre e per tutti. Chi sono i carboidrati? Innanzitutto, è bene precisare che i carboidrati rappresentano la principale fonte di energia del nostro organismo, sono uno dei tre macronutrienti da inserire quotidianamente nella nostra alimentazione. Le linee guida redatte dall'INRAN (Istituto Nazionale di ricerca per gli Alimenti

Ingredienti 500 g farina di Kamut; 300 ml di acqua tiepida; un cucchiaio d'olio d'oliva; 1 cucchiaio e mezzo di bicarbonato; 2 pizzichi di sale grosso; Mescola l'acqua tiepida con bicarbonato e  sale e fai sciogliere bene. Versala un po' per volta nel contenitore in cui impasterai la farina che disporrai con un buco al centro Impasta lentamente Ungi le mani di olio per staccare la pasta dalle dita Fai una palla di impasto e mettila a riposare  in un luogo tiepido e asciutto per 15 minuti Dividi l'impasto in

A cura di Fabio Inka in collaborazione con la Dott.ssa Eleonora Ambrosini  Riproduzione riservata. Chi di noi non ha mai sentito dire: "Vino rosso fa buon sangue!" e magari ha anche pensato fosse vero! Siamo sicuri però che sia proprio cosí?   Questo antichissimo detto nasce probabilmente perché nel vino sono presenti dei ponifenoli (tra cui antociani e resveratrolo) che sono degli antiossidanti per eccellenza. Numerosi studi hanno esaltato in particolar modo le qualità  del resveratrolo,   confermando gli effetti positivi esercitati sulla salute grazie a una corretta assunzione quotidiana.   Fin qui tutto bene, ma a