page contents
Image Alt

Impactotraining

È possibile praticare dell’esercizio fisico in gravidanza?

Molte donne durante il periodo della gravidanza tendono ad essere sedentarie e questo comporta degli squilibri sia a livello fisiologico che a livello posturale . E’ importante specificare che il parere del medico nel caso specifico del ginecologo è fondamentale per il nulla osta all’attività  fisica. L’esercizio fisico dovrà  innanzi tutto essere programmato e pianificato per tutto il periodo della gestazione tenendo conto della frequenza di allenamento, della durata e dell’intensità di allenamento.

E’ possibile praticare dell’esercizio fisico in gravidanza? La risposta è assolutamente sì, cerchiamo di capire il perché.

I BENEFICI DELL’ESERCIZIO FISICO IN GRAVIDANZA

  • Mantenimento/miglioramento della fitness materna
  • Controllo del peso corporeo
  • Miglioramento della postura
  • Miglioramento della qualití  del sonno
  • Diminuita insorgenza di dolore lombare
  • Aumento dell’autostima
  • Diminuita incidenza di varici
  • Diminuita ritenzione idrica
  • Diminuito livello di tensione
  • Diminuzione di complicanze durante il travaglio
  • Diminuzione dell’incidenza di parto prematuro
  • Recupero post partum pií¹ rapido

A livello psicologico l’esercizio fisico comporta una diminuzione dello stress, una migliore immagine di sé, un miglioramento del tono dell’umore e una diminuzione della tensione emotiva.

CONTROINDICAZIONI ALL’ESERCIZIO FISICO IN GRAVIDANZA

  • Patologia cardiaca con disfunzione emodinamica significativa
  • Patologia polmonare di tipo restrittivo
  • Cervice uterina incompetente
  • Gravidanze mutiple e rischio di parto prematuro
  • Sanguinamento persistente nel 2-3 trimestre di gravidanza
  • Placenta previa dopo 26 settimane
  • Precedenti parti prematuri
  • Rottura prematura delle membrane

 

BISOGNA PORRE PARTICOLARE ATTENZIONE A:

  • DISIDRATAZIONE ED IPERTERMIA :

    • Evitare l’esercizio in ambiente caldo-umido;
    • Idratazione – prima, durante e dopo esercizio;
    • Utilizzare abbigliamento appropriato che faciliti la termodispersione;
  • EQUILIBRIO PRECARIO:

    • Il centro di massa si sposta durante il progredire della gravidanza;
    • Prestare attenzione alle asperití  del terreno (corsa)
  • CRAMPI MUSCOLARI E AFFATICAMENTO:

    • Preparare la muscolatura (stretching) e curare la fase di riscaldamento prima di praticare esercizio fisico.
    • Indossare scarpe adatte e che consentano una buona ammortizzazione

RACCOMANDAZIONI

  • Principianti:
    • Attivití  senza l’uso di sovraccarichi: limitazione del rischio di danno.
    • Consigliati: 20-30 min. di attivití /die
  • Donne precedentemente attive
    • Attivití  aerobica sicura
    • Esercizio in alta quota: non consigliato
  • Corsa
    • Può essere effettuata, per un tempo < 45 min
  • Allenamento con i pesi
  • L’uso di pesi di lieve entití  e poche ripetizioni consentono il mantenimento di un buon livello di flessibilití  e del tono muscolare, nonchí¨ riduzione del rischio di danni muscolo-legamentosi ed articolari.

 

  • ASCOLTA IL TUO CORPO:  STOP  in caso di dispnea, nausea, capogiri.
  • La Fc  non dovrebbe mai superare 140 battiti/min.

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui tuoi social

A cura di Gianluca Petrucci, Impacto Trainer e laureato in Scienze Motorie, Impacto Trainer.

ADD COMMENT