page contents
Image Alt

Impactotraining

IL VINO ROSSO FA BUON SANGUE?

A cura di Fabio Inka in collaborazione con la Dott.ssa Eleonora Ambrosini  Riproduzione riservata.

Chi di noi non ha mai sentito dire: “Vino rosso fa buon sangue!” e magari ha anche pensato fosse vero! Siamo sicuri però che sia proprio cosí?

 

Questo antichissimo detto nasce probabilmente perché nel vino sono presenti dei ponifenoli (tra cui antociani e resveratrolo) che sono degli antiossidanti per eccellenza.

Numerosi studi hanno esaltato in particolar modo le qualità  del resveratrolo,   confermando gli effetti positivi esercitati sulla salute grazie a una corretta assunzione quotidiana.

 

Fin qui tutto bene, ma a sfatare il detto tuttavia ci hanno pensano alcuni  studiosi affermando che la quantità  di resveratrolo presente nel vino non sarebbe assolutamente sufficiente a coprire le quantit  giornaliere raccomandate (circa 50mg/die). Dovremmo bere litri e litri di vino per avere qualche effetto evidente sulla salute e sul cuore, ma questo sicuramente non gioverebbe al nostro fegato.

Superfluo ricordare infatti che il vino í¨ prodotto con alcol o etanolo che non hanno nessun effetto benefico  sul nostro organismo.

 

Il Resveratrolo, conosciamolo meglio!

E’ una molecola di origine vegetale, contenuta nella buccia degli acini dell’uva ma non solo: í¨ possibile trovarla in vari alimenti, tra cui tutti i frutti di colore rosso vivo o viola come i mirtilli, le more e in generale in tutti i frutti di bosco, nelle bacche, nella frutta secca come arachidi e pistacchi.

 

Principali caratteristiche:

  • ha un ruolo nella risposta infiammatoria;
  • previene alcune forme di tumore;
  • riduce la comparsa di malattie cardiovascolari;
  • ha un’azione antibatterica e antiossidante

 

Il resveratrolo è un potente inibitore inibitore della proteina pro-infiammatoria interleuchina 6 (IL6), coinvolta nel sistema immunitario, per questo ha un potente meccanismo d’azione sulle infiammazioni. Inoltre il resveratrolo previene l’ossidazione delle LDL (lipoproteine a bassa densità ) agendo cosí sul colesterolo cattivo imputato nelle malattie cardiovascolari.

 

In conclusione, nessuno rinnega le qualità  benefiche del resveratrolo, ma non è di  certo bevendo tanto vino e quindi aumentando di tanto la quota giornaliera di alcool che otterremo i  benefici sperati per il nostro organismo.

Se vuoi ottenere i benefici del resveratrolo, ti conviene mangiare frutta fresca anziché bere vino.

ADD COMMENT