page contents
Image Alt

Impactotraining

L’ALLENAMENTO PER UN ATTORE TEATRALE

Il corpo nel teatro e il suo allenamento

Prima dello spettacolo, prima delle prove, prima ancora dello studio e comprensione del testo, un attore, qualsiasi sia il suo livello, deve conoscere, controllare e saper usare il proprio corpo e la propria voce!

Oggi parleremo del lavoro del corpo e dell’importanza di un allenamento che sia efficace, concentrandoci sugli aspetti principali.

Per un attore teatrale, tutto proviene dal corpo e attraverso il corpo; lo stare in scena, porsi in azione è come stare in campo di basket per un cestista, stare in pista per un centometrista, stare in un campo da calcio per un attaccante.

Il corpo in scena è uno dei due doni naturali insieme alla voce, non può esimersi dallo studio e dall’allenamento.

È il corpo che deve lavorare per primo, è il corpo che chiama un personaggio prima ancora della voce, del trucco e degli accessori.

L’azione scenica  (che prevede l’unità fisica, vocale e psichica) passa, tra le altre, per 2 importanti vie di esecuzione:

  • Vocale: percezione dei suoni esterni e della propria voce
  • Motoria, che a sua volta può essere divisa in
    • Cinestetica (o Propriocezione):percezione muscolare e nervosa
    • Cenestetica: sentire il proprio movimento. Uno spettatore ha piacere nel vedere un gesto armonico di un attore e non improvvisato o disarmonico tanto come in gara si ha piacere vedere un atleta muoversi perché allenato. La classica frase “sembra così facile fatto da lui” è l’esempio concreto che tanto più studi il movimento tanto più questo diventa agli occhi degli altri naturale e piacevole da seguire….

 

Sopra un palco ogni movimento dell’attore diventa azione indispensabile e rappresentativa; dovrà per questo costantemente allenarsi nel sviluppare la propria agilità fisica e la propria scioltezza muscolare.

L’allenamento propriocettivo è dunque una pratica fondamentale per la vita sopra al palcoscenico e anche indispensabile per la vita sotto al palcoscenico.

La Propriocezione o propriocettività permette di sentire e riconoscere la corretta posizione del proprio corpo nello spazio; come per ogni l’atleta l’attore si trova spesso a perdere l’equilibrio e dover rapidamente creare una nuova scena, un nuovo stato di equilibrio, una nuova armonia adatta al momento. Tutti questi squilibri sono compensati da una corretta propriocettività, grazie alla quale l’organismo umano adatta i movimenti alla struttura corporea attivando la propria muscolatura in maniera quanto più veloce e corretta.

 

Ecco qui tre semplici esercizi di propriocezione che puoi fare dove vuoi.

Se vuoi un programma completo di 8 settimane senza pesi e senza attrezzi e che dura solo 20 minuti, visita il mio sito www.impactotraining.com e guarda la sezione riservata al libro IMPACTO.

 

1°SINGLE LEG BALANCE

  1. SINGLE LEG BALANCE: in piedi, braccia tese verso l’alto sopra la testa. Da qui fletti un ginocchio verso il petto e mantieni la posizione isometrica (senza movimento). Mantieni la posizione al massimo 10 secondi. Ripeti con l’altra gamba.

1°MIXED FOOT MOVES(2) 1°MIXED FOOT MOVES(1)

  1. MIXED FOOT MOVES: In piedi, mani che toccano le spalle. Da qui esegui due appoggi sui talloni e due sulle punte(alternando piede destro e piede sinistro) estendendo le braccia verso l’alto. Ripeti il ciclo (2 punte – 2 talloni) per 10 volte (totale 40 appoggi) ottimo esercizio per l’attivazione di tutta la catena posteriore che permette un’attivazione dei propriocettori della caviglia.

2°FRONT SWING

  1. FRONT SWING: In piedi, se vuoi, poggiati lateralmente con una mano a un supporto stabile. Solleva il ginocchio al petto e stendi la gamba dietro con un movimento fluido e continuo. Esegui il movimento completo per 10 volte, mantenendo la posizione eretta. Ripeti poi il movimento con l’altra gamba.

Che tu sia un’attrice o un attore, una spettatrice o uno spettatore, buon allenamento e buono spettacolo a tutti.

ADD COMMENT